Home » Archivio Antonella Gallucci

Antonella Gallucci

Blogger Calitri. Studentessa magistrale in ‘Economia e Management’, laureata in Economia Aziendale. Appassionata di fotografia e della mia terra. La mia ambizione più grande è quella di restare e fare del nostro territorio un luogo di opportunità per tanti giovani come me. Ecco perché ho deciso di far parte di questo progetto e di portare Calitri nel cuore di chi mi leggerà.

Antonella Gallucci

Calitri: l’Otto settembre

Calitri-Otto settembre
CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

L’Otto settembre è un giorno speciale per noi calitrani, un giorno che ci portiamo nel cuore dall’infanzia e la cui importanza aumenta con il passare degli anni e con la presa di coscienza del suo significato. Ai calitrani vicini e lontani dedico questo articolo: quest’anno non abbiamo la possibilità di rivivere questi momenti come d’abitudine, ma spero che leggendo questo articolo le sentirete comunque dentro di voi.

“Piantala”: il duplice imperativo dei giovani calitrani

"Piantala": il duplice imperativo dei giovani calitrani
CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Il paesaggio è il valore aggiunto della nostra Irpinia, che la Natura ci ha preservato e donato.
E se è vero che l’atto del donare non richiede di per sé nulla in cambio, è altrettanto vero che l’atto del ricevere richiede attenzione, cura, premura e gratitudine verso quello stesso dono. L’articolo di oggi è dedicato ad una lodevole iniziativa, incentrata sul tema dei rifiuti, avviata da quattro giovani di Calitri, con la speranza che possa fungere da stimolo a prendere consapevolezza della propria responsabilità e del proprio dovere morale nei confronti dell’ambiente, non solo a Calitri, ma in tutta la nostra amata Irpinia.

“Cosa ci fai ancora qui?” Luciano Capossela e la sua storia di resilienza

Luciano Capossela - Calitri
CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

In questo scritto ho deciso di prestare la mia voce a chi, da più anni e con più esperienza rispetto a me, ha deciso di fare di Calitri il fulcro del proprio lavoro e della propria ambizione. Vi porto con me, quindi, in una chiacchierata con l’artista Luciano Capossela, maestro orafo calitrano, e la sua storia di resilienza.

Calitri: Pool Party Events (e non solo)

pool party events
CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Parlare di un paese vuol dire raccontare la sua storia, le sue tradizioni, ripercorrere le sue strade, ma tutto questo da solo non basta. Bisogna raccontare anche delle persone, dei giovani che lo vivono e che ogni giorno lottano per mantenerlo vivo. È per questo che oggi vi parlo dell’Associazione Pool Party Events, di cui faccio parte, nonché partner di Irpinia World.

Calitri: “al mio paese vedo fiorire il grano”

al mio paese vedo fiorire il grano calitri
CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Al mio paese vedo fiorire il grano’. Zucchero avrebbe potuto scrivere queste parole guardando l’Irpinia e, in particolare, Calitri in questo periodo: i campi di grano, come in un quadro di Van Gogh, disegnano un paesaggio cromatico, in cui il verde ha la meglio, splendendo di speranza come non mai.

25 Maggio: Calitri in festa

25 maggio Calitri - San Canio
CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Il 25 maggio a Calitri si respira un’aria gioiosa, complici il cielo azzurro, la primavera, il sole caldo, ma soprattutto l’arrivo della festa del patrono: è il giorno di San Canio. Giorno in cui quest’anno il mio pensiero e quello della comunità calitrana va inevitabilmente ad una persona speciale.

L’arte della cucina calitrana: CannazzArte

Calitri Cannazze
CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

A proposito di ricreare, nessuna buona idea nasce a pancia vuota e, d’altronde, si sa bene che la tavola è uno dei luoghi di ‘ricreazione’, di festa, ritrovamento, che sia in famiglia o con gli amici.
Ecco, dunque, che è inevitabile parlare del piatto tipico calitrano: le cannazze. Una vera e propria arte della tradizione culinaria del luogo.

Calitri: Il paese sponzato che si ‘ricrea’

Calitri Sponz Fest
CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Negli ultimi anni, al nome di Calitri si associa inevitabilmente quello dello Sponz, tanto da segnare una profonda spaccatura nella linea del tempo del nostro paese, in precedenza sconosciuto ai più. Una sorta di “miracolo” venutosi a realizzare, che ci ha lasciato in eredità una grande responsabilità. Un articolo di riflessione e di incoraggiamento ad attivarsi affinchè non si aspetti sempre che siano gli altri a ‘ricreare’ e a farci ‘r’crià’.

Translate »
error: CONTENUTO PROTETTO!