Carmine Dello Buono

Sono Carmine, sono irpino e ne sono orgoglioso. Mi ritengo fortunato ad essere cresciuto a Montella. La mia fortuna è stata la mia famiglia, una famiglia radicata e sicura del proprio retaggio che mi ha trasmesso educazione, valori e rispetto, oltre che a tradizioni e consapevolezza del territorio e delle persone che ne creano la comunità. Negli anni ho potuto viaggiare, scoprire, vedere e visitare il mondo. Toccare le sue culture, ascoltare le lingue e le storie della gente. Ho fatto tesoro di questo, ne ho fatto esperienza e le ho riportate a casa. Sono cresciuto dando il mio contributo in qualunque modo possibile. Nel mio comune mi sono impegnato in ogni modo possibile. Ho partecipato e partecipo a diverse associazioni che vanno dal culturale al recupero del dialetto e del folklore, al teatro vernacolare; il forum dei Giovani; attività, comitati, organizzazioni, progetti, pubblicazioni ed eventi di ogni genere e natura; sono donatore di sangue del Gruppo Fratres all'UDR di Montella; sono guida culturale locale per la ProLoco "Montella Alto-Calore"; sono volontario  FAI Giovani della delegazione di Avellino.

Carmine Dello Buono
Carnevale morto a Montella

Il testamento di Carnevale Morto

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

In tutti questi festeggiamenti tradizionali del Carnevale in Irpinia, Montella non poteva mancare. Nell’articolo di oggi troverete il raro testamento che Carnevale lascia alla sua morte nella domenica che chiude la settimana di festeggiamenti. Ma prima tentiamo di capire cosa fosse il carnevale, soprattutto a Montella, e il significato dei termini che utilizziamo in questo periodo.

Pizza con le bietole

Non è Natale senza pizza pe re ghiete (pizza con le bietole)

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Ci sono quei piatti, che hanno quei sapori, che semplicemente l’odore ci culla la memoria e davanti agli occhi vediamo scorrere immagini nitide e ricorsi sfocate di cose e case care. Sono quasi sempre le prelibatezze delle feste, ispirati dalla tradizione e preparati dalle nonne e dalle zie. Piatti e pietanze delle quali le ricette sono sempre “a uocchi”, e ogni famiglia ha la sua ricetta secolare.
Uno di questi è la pizza co re ghiete, la pizza con le bietole. E a Montella, se manca, non è Natale. Anzi, non è vigilia.

Castello

Il Castello “de lo Monte” di Montella

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Non è difficile notare il castello di Montella. Più che altro si ha visione di una torre e una cinta muraria. Non è molto distante dal centro, con una piccola escursione di trekking leggero lo si raggiunge facilmente. Insieme al convento e alla chiesa di Santa Maria della neve (o del Monte) costituiscono il Complesso Monumentale del Monte. Un luogo stracarico di storia, fede e scorci da visitare che non aspetta altro di raccontarla. Vi parlerò presto del convento e della chiesa, oggi saliamo al castello e ve lo racconto.

Translate »