la Vecchiarella

Castelvetere sul Calore: la Vecchiarella e il Miracolo della Neve

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
la Vecchiarella
Fonte: Facebook@Pasquale Bimonte

Buonasera a tutti! Oggi prendo io la parola, per cui mi presento: non ho un nome, ma tutti i castelveteresi mi conoscono come “La vecchiarella”. La mia esistenza è alquanto misteriosa, tanto che qualcuno ha supposto che io abbia vestito un tempo sembianze divine, mentre per qualcun altro sono stata semplicemente un’umile contadina. Tuttavia, non sto parlando per rivelare la mia identità ma per raccontarvi di un avvenimento che ha legato la mia esistenza ad una leggenda immortale.

Sogno di una notte di metà primavera...

Correva l’anno Mille. Era una notte d’aprile, quando mi apparve in sogno la grande Imperatrice dei cieli, ordinandomi di dire da parte sua, all’Arciprete e a tutto il Magistrato della sua Patria, ch’ella desiderava edificata in suo onore una chiesa, sotto l’invocazione di Santa Maria delle Grazie, perchè non solo le avrebbero fatto una cosa gradita, ma d’utile e grande a tutti quegli abitanti.

la Vecchiarella Madonna delle Grazie Castelvetere
Fonte: Facebook @ Samantha Mongiello

Il mattino seguente mi recai allora a fare l’ambasciata della Vergine, ma senza frutto, perchè fui derisa. Il curato e il magistrato, infatti mi dissero: << E sei degna tu di tal favore? E quando mai meritasti, che venisse da te la Madre di Dio? va, che sei pazza, o delusa, o piena di vino.>>

Disegni particolari...

Poco dopo, la Madonna mi venne di nuovo in sogno, dicendomi: << Orsù, va di nuovo, e loro dirai che io, in tutti i modi, voglio che mi sia fabbricata una chiesa, e ciò per loro bene. Se non ti credono, tu, in prova della verità, dirai questo segno, cioè che ivi dovranno fabbricarla dove, al far del giorno, la troveranno disegnata dalla neve.>>

la Vecchiarella Castelvetere sul Calore inverno
Fonte: Facebbok @ Domenico Della Porta

La mattina seguente andai di nuovo da quei signori, riferendo ciò di cui mi aveva incaricato la Vergine. Quelli andarono allora a cercare il segno che aveva dato la Madonna, ed era il giorno 28 aprile quando, a primavera ormai inoltrata e con le mammole ormai fiorite, che trovarono un soffice manto di neve. La Chiesa venne presto costruita occupando il rettangolo disegnato dalla neve, ma nel corso dei secoli è stata ingrandita fino a raggiungere la grandezza attuale.

la Vecchiarella Santuario di Castelvetere sul Calore
Fonte: Facebook @Angelo Sullo

Io avevo ormai compiuto il mio dovere. Vennero a cercarmi ma non mi trovarono, ed è per questo che qualcuno disse che ero io stessa la Madonna. 

Al centro della Chiesa venne posta un’immagine di Maria ancora oggi conservato in quel Santuario: anche dietro di esso vi è un mistero, e qualcuno dice che fu ritrovato insieme alla neve. 

La vecchiarella Trittico Madonna delle Grazie
Fonte: @Angelo Sullo

Questo miracolo ha dato vita ad una festa plurisecolare che si celebra ogni 28 aprile, e che si è legata ad una tradizione unica nel suo genere per…

Appuntamenti...

Dispensatrici di Castelvetere
Fonte: Facebook@ Pasquale Bimonte

Scusate, sono di nuovo io: Castelvetere. La vecchiarella è scomparsa, come al solito. La prossima volta vi parlerò di come è nata la tradizione di cui vi stava parlando, per cui…Non mancate!

Festa 28 aprile Castelvetere
Fonte: Facebook @ Fermenti d'Irpinia
AUTORE
CONDIVIDI
NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato sulle uscite dei paesi che più ti interessano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »