Kalimera

Kalimera

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Kalimera

L’identità di un popolo si riconosce anche attraverso canti che rappresentano l’emblema proprio di una comunità: così è per Greci. La tradizione ci ha onorato, tra le tante cose, di un bagaglio sonoro di un certo livello. Oggi vi presento uno dei nostri canti più belli, la “Kalimera”.

"il sentire"

Tuttavia, chi è che stabilisce uno standard di bellezza? E’ puramente soggettivo, forse più che di “bellezza”, in questo caso, bisogna parlare del “sentire”, del modo in cui questi canti li sentiamo dentro, visceralemente, e li facciamo nostri, della forte appartenenza con ogni singola strofa di ogni singolo testo. Ve li vorrei far vedere gli occhi lucidi e la voce emozionata di chi si appresta anche solo ad intonare poche parole.

Kalimera Krishtit Bakuar (Kalimera Cristo Benedetto)

kalimera greci

La Kalimera è un vero e proprio rito, molto antico. Trattasi di un canto in lingua arbëreshë, ma laddove si cita un dogma di fede quale ad esempio “Cristo vero Dio e vero uomo”, si esprime in lingua italiana per essere compreso da tutti.

Il canto è composto da 85 strofe, e rievoca la passione di Cristo dall’ultima cena alla morte in croce, con motivo tra la nenia e il pianto.

la tradizione

La tradizione vuole che “E Prëmtja Java a Madha” (la sera del venerdì santo), ci si riunisca in chiesa, dopo la processione, durante la quale dei fedeli devoti portano in spalla la Madonna e Gesù morto. Ricordo nitido che ho, è l’incontro tra la madre e il figlio alla fine del Breggo, nostra villa comunale. Era emozionante il fatto che si ricongiungessero, percorrendo due viali diversi, trovandosi poi finalmente insieme. Piccola curiosità riguarda il fatto che le donne seguivano la Madonna, mentre gli uomini Gesù. 

Ritornando al venerdì santo in chiesa, la Kalimera è cantata da una solista a cappella, mentre il coro ripete l’ultimo verso di ogni strofa.

                                          Dall’archivio di Bartolomeo Zoccano

La prima signora in foto, Di Minno Michelina, ha cantato per tantissimi anni. Con la sua voce dolce e commovente, è una memoria storica della Kalimera per tutti noi grecesi. Mi sarebbe piaciuto conoscerla e ascoltarla dal vivo, fortunatamente ci sono le riprese a rievocare il tutto. La ricordiamo sempre con affetto. 

L’altra signora, Vara Carmelina, è l’attuale solista che, anno dopo anno, continua a regalarci belle emozioni e riesce a trasportarci nelle 85 strofe come se stessimo vivendo quei momenti lì.

Un grazie di cuore ad entrambe!

Progetto "MOTI I MADH"

Ci tengo a citare questo progetto, del quale ne sono sottoscrittrice con altri: primo firmatario e divulgatore per Greci il già Sindaco Cav.Dr. Bartolomeo Zoccano, l’attuale sindaco Nicola Luigi Norcia, Anna Maria De Maio, Maria Scrima, Aldo Capobianco, Matteo Norcia, Romeo Catri, Carosena Mascia.

In collaborazione con l’Università di Cosenza “Francesco Solano”, il progetto, caldeggiato dal Prof. F.Altimari della stessa, copre tutti i riti tipici arbëreshë della primavera poi incardinati nel ciclo pasquale. La Kalimera vi rientra a pieno titolo al fine di essere salvaguardata e valorizzata tra le pratiche più significative che ci riguardano.

un regalo per voi

Di seguito per voi le prime due strofe della Kalimera:

“Erdhni erdhni gjnjat 

Erdhni sa më jinni 

E sa Krishti na beri

ju nani ket a dini.” 

“Accorrete accorrete gente

accorrete quanti ne siete

tutto quanto Cristo ha fatto per noi 

voi ora dovete saperlo.”

“Oi ti Krishti bakuar

gradò këte passiun 

sa na ket këndomi 

ma gjthë devuciun.”

“Oi tu Gesù benedetto

accetta questa passione 

che noi ti cantiamo

con tutta devozione”. 

Se sei un grecese avrai sicuramente letto canticchiando. 

Sempre fiera delle mie origini, vi do appuntamento al prossimo articolo! Rrini mirë! (state bene)

Autore: Nicoletta Rosalbo 

AUTORE
CONDIVIDI

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »