Venticano

La verdura con la “Pizza Ionna”

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Venticano
fonte: @wandaciarcia

Croccante fuori e morbida dentro, dall’inconfondibile colore dorato, non è inverno se sulle tavole venticanesi non è presente ” la Pizza Ionna” (pizza bionda). Come tutte le ricette della tradizione, anche questa nasce come una ricetta povera: infatti la farina di granturco era molto più accessibile rispetto alle altre e quindi facilmente acquistabile. Questa pizza andava di fatto a sostituire il pane, perché, rispetto a quest’ultimo, non necessita di lievitazione e dunque prevede una preparazione più rapida. La tradizione vuole che la pizza ionna viene accompagnata dal mallone a base di rape e patate o di verdura “sciatizza”. Per sincerità devo però precisare come, nelle foto riportata, la focaccia croccante al mais è accompagnata da scarola e peperoni cruschi. Anticamente veniva fatta cuocere sulle braci del camino, oggi viene fatta in padella o in forno. Quando la carne era considerata come una vera e propria ricchezza, e veniva consumata solo nei più importanti giorni di festa, si viveva prettamente di ortaggi, tuberi e di tutto ciò che dalla terra veniva prodotto. 

INGREDIENTI PER LA PIZZA

  •  500 gr di granturco 
  • 3 cucchiai di parmigiano
  • acqua, olio, sale q.b.

PREPARAZIONE:

Per la pizza ionna: mettere la farina in un recipiente e aggiungere il parmigiano, l’olio e un pizzico di sale. Impastare con acqua calda, tanta quanta ne basta per ottenere un composto piuttosto appiccicoso. In una padella aggiungere un filo d’olio; stendere l’impasto per tutta l’area, schiacciando con le mani leggermente bagnate e lasciar cuocere a fiamma media ambo i lati. Lo spessore della pizza deve essere di 1 cm; il composto può essere steso anche in una teglia ricoperta con carta da forno e far cuocere, in forno, a 200° per 40 minuti, si formerà una crosticina croccante.

la Pizza ionna

Venticano
fonte: @wandaciarcia

A casa abbiamo questo “brutto” vizio di rubare la crosta in cottura, così accade che la preparazione si allunga sempre, ma è quel “crunchy” sotto ai denti ad essere irresistibile e ad ingannarci volta per volta. Vi assicuro, presa direttamente in padella ha un sapore diverso. Provare per credere. In questi ultimi appuntamenti, ho cercato di dare maggiore lustro e visibilità alle antiche tradizioni culinarie, perché al di là della pietanza, c’è la storia e la passione di tutte quelle persone che con pochissimi ingredienti riuscivano a sfamare intere famiglie. In un epoca di eccessi e sovrabbondanze culinarie, credo sia giusto ricordare come i nostri nonni, i nostri avi riuscivano a creare prelibatezze con ingredienti poveri. E’ l’arte dell’arrangiarsi o quella del reinventarsi, dove nulla si butta e tutto si riutilizza. Abbinamenti sublimi, con ingredienti poveri e genuini. Signore e signori ecco a voi la “Pizza Ionna”.

Booking.com (function(d, sc, u) { var s = d.createElement(sc), p = d.getElementsByTagName(sc)[0]; s.type = 'text/javascript'; s.async = true; s.src = u + '?v=' + (+new Date()); p.parentNode.insertBefore(s,p); })(document, 'script', '//aff.bstatic.com/static/affiliate_base/js/flexiproduct.js');
Booking.com (function(d, sc, u) { var s = d.createElement(sc), p = d.getElementsByTagName(sc)[0]; s.type = 'text/javascript'; s.async = true; s.src = u + '?v=' + (+new Date()); p.parentNode.insertBefore(s,p); })(document, 'script', '//aff.bstatic.com/static/affiliate_base/js/flexiproduct.js');
AUTORE
CONDIVIDI

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »