Paesaggio di Fontanarosa con Carro

Una finestra su Fontanarosa

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Paesaggio di Fontanarosa con Carro
Foto di Attilio Modano

Il Forum Giovani Fontanarosa ha aderito al progetto “Irpinia World esperienze magiche” fondato da Gerardo Megaro perché vogliamo far scoprire la nostra meravigliosa terra, l’Irpinia, a quanti avranno il piacere di ascoltarci.
Daremo il nostro contributo parlandovi di Fontanarosa, dei suoi usi e costumi. Situato su una delle suggestive colline irpine troviamo Fontanarosa, un paese di circa 3.000 abitanti.

Le "3 P"

Come qualcuno di voi saprà, Fontanarosa è famosa per le così dette “3P”:
• la lavorazione della Paglia, con la quale vengono rivestiti i registri del nostro maestoso carro, obelisco di paglia che da tradizione viene fatto sfilare ogni anno il 14 agosto per le strade del paese, in onore di Maria S.S. della Misericordia;
•la Pietra di Fontanarosa che da anni viene lavorata dalle abili mani degli artigiani per realizzare oggetti d’arredo ma anche vere e proprie opere d’arte, infatti abbiamo avuto l’onore di ospitare diverse edizioni del simposio internazionale di scultura;
•il Presepe, famoso quello che viene esposto ogni anno durante il periodo di natale nella chiesa di S. Maria, sul quale è stato girato anche un film: “Il Natale rubato”.
Il film trae ispirazione da un fatto di cronaca avvenuto a Fontanarosa nella notte tra il 13 ed il 14 dicembre 1982, quando fu rubato l’antico e monumentale presepe, vanto artistico e storico del paese. I responsabili del furto non sono mai stati identificati.

Tra antico e moderno

Vicoli di fontanarosa
Foto di Michele Colucciello

Passeggiando per i vicoli del centro storico, ci ritroviamo in un connubio di antico e moderno. L’architettura delle vecchie case si mescola in perfetta armonia a quella delle nuove, riportando alla nostra mente il grande sforzo che è stato fatto in Irpinia, per rialzarsi dopo il disastroso terremoto del 1980.

Santuario di S. Maria della Misericordia

Tra i gioielli di Fontanarosa non possiamo non citare il Santuario di Santa Maria della Misericordia, che ogni anno attrae centinaia di visitatori.
Anticamente noto come Chiesa di Santa Maria del Pozzo, il Santuario deve la sua fondazione a un’antica leggenda del luogo. Secondo la tradizione, nel XII secolo una pastorella ebbe un’apparizione della Vergine, seguendo le sue indicazioni la fanciulla tirò fuori da un pozzo un’antica immagine sella Madonna. Questa era stata nascosta anni prima per sottrarla alla distruzione. Le acque del pozzo furono incanalate e deviate per poter costruire chiesa sul luogo del ritrovamento, che fu successivamente ampliata. Vicino alla sorgente esiste tuttora una piccola edicola con l’immagine venerata riprodotta ad affresco.

Santuario S. Maria della Misericordia
Foto di Attilio Modano

Questo articolo è solo una breve introduzione, ma di cose da raccontarvi ne abbiamo ancora tante. Approfondiremo, con quanti di voi avranno il piacere di seguirci su questa piattaforma, gli argomenti sopra citati e non solo. Speriamo di avervi incuriositi e di potervi portare insieme a noi in questo bellissimo viaggio virtuale, attraverso la nostra storia e per le nostre strade.

AUTORE
CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Translate »