Baiano al tramonto

Baiano tra storia e tradizioni

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Baiano al tramonto
Foto di Alessio Bianco

Anche Baiano è orgoglioso di  partecipare al progetto “Irpinia World – Esperienze Magiche”. Una piattaforma che ci permette di valorizzare il nostro territorio, le nostre tradizioni, i nostri prodotti. Una piattaforma che connette tutti i paesi dell’irpina in particolare modo i giovani, il futuro di questa terra.

Lo scopo del progetto è quello di valorizzare la nostra terra e questo il Forum dei giovani di Baiano proverà a farlo attraverso racconti, foto, video ed emozioni dei ‘giovani’. 

Sarà un viaggio interessante alla scoperta del nostro ‘paesino’ e delle nostre tradizioni…

Alla scoperta di Baiano

blasoni Vista di Baiano dall'alto

Nella valle della Bassa Irpinia, ecco spuntare la mia Baiano, un piccolo paese molto tranquillo, circondato da montagne che, grazie al vicino Golfo di Napoli, offre ai suoi 4742 abitanti, stupende viste panoramiche, accompagnate da un dolce vento che da sempre lo caratterizza.

Quando passeggio per Baiano sento di essere avvolto da una valle, grazie alla sua collina che custodisce in se l’Eremo di Gesù e Maria che sembra dominare il paese dall’alto, immerso nel silenzio degli uliveti, il cui sdrucciolevole sentiero, per poterci arrivare, ripercorre le stazioni della via Crucis, un paesaggio senza eguali… ed è li, su di un piccolo muretto, che posso godere di un tramonto che ogni volta ti lascia senza parole. Un rifugio dove posso meditare, circondato da un profondo silenzio, accarezzato dalla leggera brezza che al calar del sole mi accarezza il viso.

Il corso di Baiano
Foto di Antonella D'Anna

Il centro storico è chiamato da tutti “e Vesune”, amo passeggiare nei suoi stretti vicoli, perché è un antico quartiere dove un tempo vivevano i contadini ed oggi vivono la maggior parte dei nostri nonni, e in alcuni vecchi portoni c’è ancora qualche artigiano come “o spurtellaro” che con le sue ceste fatte a mano, mi ricorda tempi ormai passati, come quei pomeriggi d’estate, quando la nonna dall’alto del balcone calava “’o panare” con la merenda. Prima di arrivare nella piazza centrale c’è la piccola cappella di San Giacomo Apostolo che accompagna la fede del vecchio quartiere, e sempre attraversando i piccoli vicoletti, profumati di pane e pasta alle noci, arrivo alla vicina Chiesa dei SS Apostoli Filippo e Giacomo. Camminando su per il corso, nascosta tra le case c’è la Chiesa di Santa Croce e attraversando il suo verde cancello mi riporta alle ore di storia dell’arte quando studiavo lo stile gotico, le sacre icone…

Tra un san pietrino e un altro eccomi arrivato davanti la chiesa di Santo Stefano, mio patrono, a cui sono molto devoto, non solo per la fede che mi spinge verso di lui, ma anche perché riesce a far ritornare tutti i baianesi che vivono sparsi per il mondo, qui nel giorno di Natale. 

Vi racconto perché. Ogni 25 Dicembre, io insieme ai miei compaesani, nelle prime ore dell’alba, andiamo sul Bosco di Arciano e scegliamo un albero alto, bello, robusto, che viene portato in processione con spari di carabine, canti e balli per le strade di Baiano, per poi essere issato dinanzi la Chiesa per donarlo al Santo Patrono e finisce col vederci raggruppati davanti ”o focarone” per gettar via il vecchio e dar vita al nuovo. E’ è questo il natale baianese, è questa la città del Maio, ma questa è un’altra storia che vi racconterò più in là. 

Piazza Baiano
Foto di Alessio Bianco

Mi fermo per un istante su di una panchina, nella piazzetta del centro storico, ed improvvisamente sento il rumore delle noccioline, un rumore magico che fa riunire famiglie nel periodo della coltivazione, che quasi si trasforma in delle lunghe scampagnate, lì su “Fontana Vecchia” dove un albero centenario, ci ricorda dove i nostri nonni hanno piantato ettari di noccioleti. 

Qui a Baiano la nocciola è un prodotto tipico che ha dato ai miei nonni e a tante altre famiglie, la possibilità di vivere una vita normale in tempi critici, infatti nelle sere settembrine di fine estate, la sagra delle nocciola anima la villa comunale con….

Siete curiosi? Vi aspetto per continuare insieme il nostro viaggio…

Baiano di notte
Foto di Claudio Santaniello
AUTORE
CONDIVIDI

1 commento su “Baiano tra storia e tradizioni”

  1. Bello e vanno ringraziati i giovani del forum che in questi giorni di covid-19 si sono messi a disposizione dei più deboli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Translate »