Ponte principe lapio

Alla scoperta di Lapio

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Ponte principe lapio

Prosegue nel migliore dei modi l’itinerario turistico ideato da Irpinia World in giro per la provincia di Avellino. La terza tappa di questo tour alla (ri)scoperta della nostra provincia, lo scorso sabato 08 agosto, ha avuto come protagonista Lapio, patria del Fiano.

L’evento, organizzato dal Forum comunale dei giovani in collaborazione con Irpinia World, ha avuto un grande successo e ha accolto numerosi turisti provenienti da tutta la provincia. Una giornata all’insegna del divertimento, della cultura, della storia e del buon vino Fiano, del quale Lapio ne è terra d’origine.

Lapio, patria del Fiano

La giornata di sabato 8 agosto 2020 si apre benissimo: un immenso cielo terso, un clima mite e un leggero soffio di vento sembrano voler accogliere al meglio e dare il proprio benvenuto  a visitatori di tutte le età, richiamati nel piccolo borgo da ogni parte dell’Irpinia.

All’appuntamento, previsto per le ore 9.30 presso la piazzetta antistante il comune di Lapio, i visitatori hanno potuto degustare una colazione offerta dal Forum comunale dei giovani di Lapio. La mattinata prosegue poi alla scoperta della storia e delle tradizioni del piccolo paesello, attraverso un itinerario turistico a dir poco incantevole. Sono stati molteplici i monumenti e i luoghi di interesse indiscusso che, grazie al prof. Fiorenzo Iannino, tutti gli appassionati di storia e cultura locale hanno potuto conoscere al meglio. I turisti hanno potuto apprezzare siti e monumenti storici di inestimabile valore, nonché testimonianze dell’arte religiosa lapiana, tra cui la chiesa di Maria SS. della Neve, la chiesa di Maria SS. del Loreto, la chiesa di Maria SS. del monte Carmelo e la chiesa di S. Giuseppe.

Per i fotografi di professione e per hobby non sono mancati inoltre gli spunti per scatti sensazionali.

Il gruppo si è poi spostato presso la cantina Romano Nicola, la più antica azienda vitivinicola presente sul territorio del comune di Lapio. Qui, attesi dai proprietari Romano Nicola e il figlio Amerino, hanno potuto visitare la cantina e degustare il nettare degli dei: il Fiano di Avellino, il quale accompagnato a qualche stuzzichino, è andato a comporre un aperitivo di tutto rispetto, figlio della tradizione contadina locale.  

La manifestazione ha avuto la propria continuazione nel primo pomeriggio, dopo aver pranzato lautamente prodotti locali presso il ristorante Officina del gusto. Teatro della seconda parte della giornata è stato il Palazzo Filangieri, nelle cui stanze è stata anche organizzata una mostra fotografia che i visitatori hanno avuto la possibilità di visitare. 

Oggetto della mostra è Lapio, descritto in tutte le proprie sfumature dagli scatti presentati alla seconda edizione del concorso fotografico organizzato dal Forum giovanile di Lapio.  Successivamente, grazie alla collaborazione del prof. Fiorenzo Iannino, i presenti hanno avuto anche la possibilità di partecipare ad una visita guidata all’interno del palazzo, e hanno pertanto ammirato i fantastici affreschi del piano nobiliare. All’interno delle stanze i visitatori hanno anche assistito ad un breve intrattenimento da parte del Laboratorio teatrale Lapiano. L’ultimo atto della giornata è stata la visita alla stazione ferroviaria di Lapio e al Ponte Principe, fiore all’occhiello della piccola comunità irpina. Questo è stato il momento più bello della giornata! Un fruscio di vento ci ha accompagnato lungo la passeggiata sul Principe, le risate e le ultime luci della giornata hanno trasmesso a tutti noi presenti un’emozione quasi magica, una di quelle che vivi per poco, ma che vorresti vivere per sempre.

Considerazioni finali

Palazzo filangieri lapio

Ebbene la giornata è andata così, tra le risate e qualche bicchiere di vino, all’insegna del divertimento e dell’amicizia. In qualità di rappresentante del Forum non posso fare altro che ringraziare quanti ci hanno dato compagnia e ci hanno fatto star bene a farli star bene in questa giornata così bella e così troppo corta per scoprire un borgo che ha tanto da raccontare. La voce delle pietre antiche è profonda e saggia. L’obbiettivo della manifestazione è stato quello di fermarci un attimo, tirare il freno a mano e fare un salto nel tempo. Perdersi nel silenzio e ascoltarla, quella voce.

E’ stato bello, provare anche solo per un momento a farvi pensare all’importanza che per noi tutti ha questo paesello diroccato su una collina, così tanto affannato, vecchio e stanco. Una paese che ogni giorno lotta con una malattia che lo distrugge lentamente: l’emigrazione, che rischia di far diventare Lapio un paese fantasma. Ebbene questa è la verità: Lapio come tanti altri borghi in giro per l’Irpinia, l’Italia ed per il mondo sta morendo, ucciso da un modo di vivere la vita troppo frenetico e troppo lontano dallo stile di vita lapiano, pertanto tanti giovani sono costretti ad abbandonarlo. Per questo è nato il Forum comunale dei giovani a Lapio; per provare a curare questo malato grave e per impedire che Lapio venga abbandonato totalmente. Ebbene ci piace pensare di essere un po’ i dottori di turno che vogliono e devono curare questo malato. Ma, caro lettore, la notizia che non sai è che la medicina sei tu! Sei tu che hai partecipato alla manifestazione, oppure avresti voluto, sei tu che ci hai aiutato a realizzare tutto questo, sei tu che ci hai aiutato a strappare un sorriso, sei anche tu che hai passato qualche minuto a leggere questo articolo, tu che visitando il mio borgo gli regali un futuro. 

Grazie! Da oggi Lapio sta un po’ meglio, anche per merito tuo! 

AUTORE
NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Translate »