Home » Domicella » Domicella: un Borgo che diventa Museo​

Domicella: un Borgo che diventa Museo​

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Domicella Arte
Fonte: Google Chrome

Dopo aver trascorso una magica notte in compagnia delle sinfonie dei Bottari e delle Antiche Danze di Kulturfactory, il mio viaggio nella fantastica Domicella continuò. All’indomani, mi svegliai di buon’ora per continuare la mia scoperta del piccolo borgo irpino. Passeggiando per il paese, accompagnato dalla sinfonia degli uccelli che si svegliano presto al mattino, improvvisamente fui attratto da delle strane figure impresse sulle mura delle Scuole Medie di Domicella.

"Un nuovo modo di fare Street Art"

Mentre mi chiedevo di cosa si trattasse, ad un tratto si avvicinò un anziano, il quale si rivolse a me dicendomi: “Ehi, tu forestiero, cosa guardi?”. Dissi io: “Cosa sono quelle immagini? Perché sono raffigurate sulle mura di una Scuola?”. A questo punto, l’anziano mi invitò a sedermi vicino a lui e iniziò a raccontare una breve ma significativa storia.

Caro giovane, un tempo non molto lontano, quando non vi erano ancora i telefonini e i pc, la gente di Domicella, fatta di semplici e umili contadini, viveva con degli ideali, che, voi giovani d’oggi avete perso: rispetto reciproco, senso di giustizia, solidarietà verso le persone bisognose. Grazie alla tecnologia, potete anche conoscere il prezzo di ciascuna cosa, ma non avrete mai impresso il valore che quella cosa rappresenta.

Dipinto Noty Aroz Domicella
Fonte: Google Chrome

Vedi quelle immagini, quelle “strane figure”, sono gli ideali che avete perso. Sono stati disegnati da due giovani artisti francesi, Noty Aroz (due street artist francesi), sottoforma di Eroi. Li hanno disegnati sulle mura delle Scuole di Domicella, giacché non “vi è un luogo più adatto” per formare le giovani generazioni a dei sani e validi principi.  In tal modo potrete creare un mondo più giusto.

"Non Me Ne Vado....da Domicella"

A questo punto l’anziano si alzò e mi fece segno di seguirlo. Mi portò a vedere delle Panchine Artistiche. Mi disse che quelle panchine erano state dipinte da una associazione di giovani locali chiamata “Non Me Ne Vado”. Anche su quelle panchine, ciascuno dei giovani artisti aveva disegnato la propria visione del mondo.

panchina influencer domicella
Fonte: Google Chrome

Dopo avermi mostrato anche le panchine, l’anziano prima di andarsene disse: “Voi giovani siete il futuro, siete la speranza di un popolo. Traete dalla cultura e dall’arte quanto di buono hanno da insegnarvi. Fatelo vostro e utilizzatelo per cambiare in meglio il mondo”.

panchina leonardo da vinci
Fonte: Google Chrome

Spero di non avervi annoiato, anzi di aver alimentato in voi il desiderio di scoprire Domicella. Alla Prossima!!!

AUTORE
CONDIVIDI
NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

1 commento su “Domicella: un Borgo che diventa Museo​”

  1. Avatar

    il segreto è avere un buon sindaco che crede nella propria comunità e trasmette i giusti valori ai suoi concittadini

Lascia un commento

Translate »
error: CONTENUTO PROTETTO!
Apri Chat
1
Ciao!😁
Come possiamo aiutarti?😊