La sagra di bagnoli irpino

La Sagra di Bagnoli Irpino: tradizione di ieri e di oggi

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
La sagra di bagnoli irpino
Foto di Jonny Q Comunicazione

Il mese di ottobre è considerato il mese più irpino di tutti, soprattutto perché fa rivivere antiche tradizioni, antichi sapori ed eventi storici. In questo viaggio con Irpinia World mi sono ritrovato a raccontare tradizioni e paesaggi sconosciuti a quasi tutti i lettori, ma oggi sarà diverso. Lo sarà perché racconterò di una cosa nota a tutti, soprattutto a chi vive in Irpinia e a chi frequenta Bagnoli Irpino. Parlerò dell’evento Sagra della Castagna e Mostra mercato del Tartufo Nero di Bagnoli Irpino, oggi denominato “Il Nero di Bagnoli”, che si svolge ormai da più di 40 anni nell’ultimo week end di ottobre. Quest’anno con un po’ di nostalgia e di rammarico è tutto rimandato al 2021, Emergenza Covid permettendo.

Le origini della Sagra

In questo mese di ottobre così particolare ci sarebbe stata la 43^ edizione della Sagra. Con gli anni ormai diventata appuntamento fisso e perché no, quasi un religioso evento. Da qualche anno a questa parte eravamo anche abituati a due week end. Altri due giorni, quasi sempre il penultimo week end del mese di ottobre. Ma andiamo a scoprire quando nasce e come la nostra famosissima sagra. Nella sua prima edizione l’evento era un omaggio al raccolto delle castagne.

la sagra di bagnoli
Foto di Palazzo Tenta 39

Infatti, nella piazza di Bagnoli Irpino ci si incontrava per assaggiare il frutto in varie rivisitazioni: le caldarroste accompagnate da un buon bicchiere di vino, i dolci di castagne e tanto altro. Da quell’omaggio è partito tutto. Sono partite le associazioni che ancora oggi si impegnano per l’evento, a cominciare dalla Pro Loco Bagnoli Irpino – Laceno, ma anche altre. C’era infatti chi organizzava uno spettacolo canoro, chi montava il palco, chi organizzava i tavoli e chi offriva il vino. Era una festa di paese per il paese.

La Sagra di Bagnoli Irpino oggi

Oggi è sicuramente lo stesso una festa, ma che non riguarda solo il comune di Bagnoli Irpino, ma tutto il comprensorio dell’Alta Irpinia. Tutta la Provincia di Avellino e perché no anche altre regioni oltre la Campania, come Puglia, Basilicata e Lazio. Oggi sono in campo oltre all’ente organizzatrice che resta la Pro Loco, anche altre associazioni, chi fa uno stand, chi si occupa della viabilità e chi ancora una volta offre il vino. È sicuramente una festa, una enorme festa.

la sagra di bagnoli
Foto di Pro Loco Bagnoli Irpino - Laceno

Negli anni infatti, grazie al lavoro fatto dai presidenti della Pro Loco passati e presenti, siamo stati abituati a vedere i vicoli del centro storico colmi di turisti, tanto da permettere all’organizzazione di installare 5 punti musicali in tutto il paese con gruppi folk irpini. Piazze e larghi vestiti a festa per l’occasione.

Il tronco di castagne da guinness

Per sigillare il ricordo di un’esperienza o di un evento a volte basta un piatto tipico, magari un dolce della tradizione e questo è quello che avviene da anni a Bagnoli Irpino. Un tronco di castagne che ogni anno è frutto della rivisitazione da parte delle massaie bagnolesi.

la sagra di bagnoli irpino
Foto di Jonny Q Comunicazione

Per prepararlo vengono impiegati: 3 quintali di castagne, 1,5 quintali di zucchero, 1 quintale di pan di spagna, 40 litri di Strega e 3 quintali di margarina. Un dolce che ha ricevuto il guinness dei primati toccando quota 21 metri e 10 centimetri di lunghezza nel 2010. Da allora le sue forme sono cambiate, a secondo della fantasia delle donne che lo preparano ormai da quasi 20 anni.

La Sagra di Bagnoli: la festa da non perdere

la sagra di bagnoli irpino
Foto di Jonny Q Comunicazione

Magari l’anno prossimo in questi giorni saremo tutti impegnati a districarci tra composizione di stand e preparazione di piatti, magari perché siamo di nuovo pronti alla festa. In una intervista il presidente della Pro Loco attuale Francesco Pennetti ha specificato che dopo 42 anni si ferma la Sagra di Bagnoli Irpino, ma ripartirà l’anno prossimo più forte di prima, Emergenza Covid permettendo. Bene, da questo messaggio ripartiamo tutti più speranzosi. Magari iniziando già ad elaborare cosa presentare alle migliaia di persone che ogni accorrono a Bagnoli per provare: il tartufo nero, la castagna, il pecorino e tanto altro. Ormai da più di 40 anni l’invito è sempre valido.

Booking.com
Booking.com
AUTORE
CONDIVIDI

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »