Chiese Rocca san felice

Le chiese di Rocca San Felice

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Chiese Rocca san felice

Rocca San Felice, non diversamente dagli altri comuni irpini, vanta una lunga tradizione cattolica che da sempre ha contraddistinto l’identità culturale dei suoi abitanti. Tre sono gli edifici simbolo della comunità religiosa rocchese: la Chiesa di Santa Maria Maggiore, nota anche come Chiesa Madre, la Cappella di Maria Santissima di Costantinopoli e il Santuario di Santa Felicita.

La Chiesa Madre

chiese Rocca San Felice
Fonte: Paesaggi Irpini

Non si sa con precisione quando la chiesa fu costruita per la prima volta, ma quasi certamente nacque assieme all’abitato intorno all’XI secolo.
Nel 1951, grazie alle offerte pubbliche, furono realizzati lavori per disciplinare le acque a monte e furono rifatti gli stucchi e gli altari deteriorati dall’umidità e dal tempo.
Dopo l’evento sismico del 1980 la chiesa Madre e l’annesso campanile furono interamente ricostruiti conservando all’esterno l’originario aspetto caratterizzato dalla muratura in pietre locali e furono restituiti al culto cristiano il 4 agosto del 1991.
La struttura è arricchita da cornicioni, angoli e archi fatti di grandi blocchi di pietra. Al suo interno si conservavano pregevoli opere d’arte che sono state recuperate grazie ad interventi di restauro, come le statue lignee di S. Felice, di Maria Santissima di Costantinopoli, di S. Giuseppe, di S. Antonio da Padova, di San Vito, di San Vincenzo e di S. Francesco di Paola.

La Cappella di Costantinopoli

chiese Rocca San Felice

La Chiesa di Maria Santissima di Costantinopoli fu costruita nel 1625, a seguito di una peste che risultò molto luttuosa per il paese.
In essa si venera un quadro rappresentante la Madonna di Costantinopoli col Bambino a cui porge il latte; ai piedi della Vergine, sotto una cortina di nubi, vi è una città in fiamme. L’artistico quadro risale agli inizi del 1600.
Al suo interno sono da ammirare, ancora, due quadri rappresentanti l’uno, l’Immacolata con S.Nicola e S.Rocco genuflessi e l’altro, posto sotto il soffitto, che ricorda l’Arcangelo Gabriele.

Il Santuario di Santa Felicita

chiese Rocca San Felice

La Chiesa di Santa Felicita si trova nella Valle d’Ansanto, nei pressi della Mefite e non lontano dal centro abitato di Rocca San Felice. Si tratta di uno dei siti cristiani più antichi di tutta l’Irpinia, costruito per sostituire il culto pagano della dea Mefite.

Della primitiva e piccola chiesa risalente al IV secolo d.C. non resta traccia perché fu distrutta completamente dai terremoti del 1688 e del 1694. Il sacerdote Giovanbattista Santoli la fece ricostruire alla fine del 1600.

Più di un secolo dopo fu inserito un magnifico portale per merito dell’arciprete di Rocca San Felice Vincenzo Maria Santoli. Il Santuario fu completamente ricostruito dopo la Prima Guerra Mondiale.
All’interno, ad una sola navata, notevoli sono le tele (alcune attribuite ad Ovidio Martino) del 1573, che raffigurano il martirio di Santa Felicita e dei suoi sette figli, un mezzo busto in legno scolpito e policromo del XVII secolo che ritrae Santa Felicita, In due nicchie laterali vi si ammirano le statue di S. Lucia V. e M., e di S. Felicita M. ad altezza naturale. In locali annessi alla chiesa si custodiscono una raccolta di reperti archeologici ritrovati in situ, e che attendono uno studio sistematico.

AUTORE
CONDIVIDI

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »