Museo Laceno Natura e Storia

Sul Laceno un museo sulla storia e la natura

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Museo Laceno Natura e Storia
Foto di People Love Laceno

Tra i monti del Laceno è nato un museo che provoca ricordi e sentimenti misti per i propri visitatori. Dalla sua inaugurazione, avvenuta il 12 agosto dell’anno scorso, all’interno della Piazzetta Residence ci sono ritornato molte volte e molte volte sono riuscito a scoprire i nuovi arrivi ed i nuovi accorgimenti. Ad ogni modo il Museo “Laceno Natura e Storia”, l’ho visto crescere pian piano insieme all’amico Michele Nigro: coordinatore del Museo e presidente dell’Associazione ASP “People Love Laceno”.

Cos’è il Museo “Laceno Natura e Storia”?

Si tratta innanzitutto di una viaggio alla scoperta del luogo. Cosa ha rappresentato negli anni e cosa potrebbe rappresentare in futuro. Nel racconto di questo Museo nato sull’Altopino di Bagnoli Irpino le parole chiave sono la Storia: quella degli anni passati come eccellenza e fiore all’occhiello della Provincia di Avellino, che qualcuno definì “La cortina del Sud”, essendo l’unica stazione sciistica presente al di sotto di Roma.

Bird Whatching
Foto di People Love Laceno

Ma anche e soprattutto Natura, con la raccolta di oggetti e racconti di montagna, a cominciare dagli utensili degli antichi mestieri dei pastori, per poi arrivare alla vasta collezione di nidi di uccelli che rivivono il Laceno soprattutto nei periodi primaverili. Ma non solo: ci sono accorgimenti e racconti unici che riguardano il Lupo irpino, specie che alcuni davano per scomparsa, ma ancora presente sulla montagna.

Infatti, l’esposizione è suddivisa in due parti: la sala della quotidianità dove sono esposti gli strumenti e gli utensili degli antichi mestieri bagnolesi e la sala della storia dove troviamo gli eventi più significativi svoltisi sul Laceno. Un intero spazio è dedicato all’ornitologia – curato da Incoronata Vivolo fotografa naturalista e birdwatcher – considerato che l’Altopiano è situato lungo la rotta degli uccelli migratori.

La Storia del Laceno in un unico posto

All’interno del Museo è presente il passato, quello non dimenticato, quello che spesso noi bagnolesi ci ritroviamo a raccontare ai turisti che vengono da altre zone, quello che con una vena di nostalgia, a volte ci manca. Gli oggetti materiali di uso quotidiano, inoltre, documentano le abitudini dei bagnolesi nella quotidianità: gli antichi mestieri come la lavorazione del pane fatto in casa, la lavorazione della lana, le tradizioni popolari, il fabbro, il boscaiolo.

Antichi mestieri Laceno
Foto People Love Laceno

I personaggi del Laceno

All’interno della sala espositiva, si racconta, inoltre, la storia dello scultore Giovanni Sica, i cui lavori in ferro battuto e una tela ad olio, rappresentano le profonde ispirazioni che il Laceno, con i suoi colori, i suoi boschi, la sua luce, ha stimolato l’animo dell’artista irpino.

I personaggi del Laceno
Foto di People Love Laceno

Tra i falegnami sono presenti ricordi di Gerardo Patrone che è stato tra l’altro esperto ebanista. Non mancano le dediche ad alcuni uomini che hanno reso importante il Laceno in Italia e in Europa: Michele Lenzi, garibaldino, pittore dell’ottocento e sindaco di Bagnoli Irpino. Tommaso Aulisa, sindaco lungimirante che ha cambiato il volto del paese da piccolo borgo a località turistica rinomata. 

Aniello Capozzi, fotografo di straordinaria sensibilità e pioniere del Laceno, Padre Vittorio Pirro fondatore del Centro Loyola, Franco Giannoni, ingegnere e costruttore, ideatore delle seggiovie. Non da ultimo il Museo custodisce la prima brochure turistica, un documento originale del 1919, curata da Alfonso Carpentieri: Laceno gemma dell’Irpinia

E poi ancora, le origini del lago e la sorgente Tronola, le grotte del Caliendo, il vivaio forestale che è attivo tutt’oggi. Insomma, il centro museale si candida ad essere una delle tappe obbligatorie dei turisti che giungono sull’Altopiano Laceno ed a Bagnoli Irpino. Perché è importante sapere la storia del luogo per farlo crescere.

Prima Brochure Laceno
Foto di People Love Laceno

A voi la scelta

Vi invito dunque a compiere questo viaggio fatto di ricordi e di sentimenti che ne scaturiranno sicuramente. Il Museo comunque è dinamico e sarà sempre aggiornato come sarà aggiornato il luogo proiettato chissà verso un futuro migliore che è quello che si augurano quelli che ci sono stati, ma anche chi non sa nemmeno dove si trova.

AUTORE
CONDIVIDI
NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato sulle uscite dei paesi che più ti interessano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »