Casa Loreto - una casa da favola a Sant'Angelo dei Lombardi

Casa Loreto: una Casa da “Favola” a Sant’Angelo dei Lombardi

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Casa Loreto - una casa da favola a Sant'Angelo dei Lombardi

Visitando il centro storico di Sant’Angelo dei Lombardi, camminando per le stradine in pietra che conducono alla Cattedrale, è una sorpresa imbattersi in Casa Loreto. La si scopre quasi per sbaglio, sembra nascondersi, non volersi mostrare ad occhi che non saprebbero apprezzarla. Sbuca fuori come per magia. Proprio come accade nelle favole, quando all’improvviso, dal nulla si materializza qualcosa di meraviglioso e stupefacente

Cenni storici

Si tratta di uno dei palazzi signorili di maggior pregio, tra le varie strutture presenti a Sant’Angelo dei Lombardi. 

Databile tra il XVII e il XVIII secolo, è stata dimora della famiglia Galante, successivamente della famiglia De Vito ed, infine, della Famiglia Loreto, dalla quale ha ereditato il nome. 

Attualmente Casa Loreto è di proprietà del comune di Sant’ Angelo dei Lombardi, il quale, ha più volte approfittato della bellezza e particolarità dell’immobile per l’organizzazione di eventi suggestivi ed emozionanti.

la struttura

L’edificio, di circa 1500 metri quadrati, si compone di due piani sopraelevati e di uno interrato: vi si accede dal corso Vittorio Emanuele II, mentre il versante opposto dell’edificio affaccia su Via dietro le mura, costituendo una delle insulae proprie del centro storico.

Sono moltissimi gli elementi e i dettagli che contribuiscono a rendere casa Loreto il fiore all’occhiello di Sant’Angelo dei Lombardi : il rosone, il portale d’ingresso, i balconi finemente lavorati; per non parlare  delle maioliche delle cucine e del pozzo prospiciente il giardino, e del considerevole numero di ambienti interni.

Dopo un’attenta opera di ristrutturazione, Casa Loreto rende bene oggi l’idea della maestosa grandezza dei tempi che la videro al centro delle vicende del centro cittadino.

la meraviglia del tempo

Si tratta di una di quelle strutture che sembrano essere estranee al tempo ed allo spazio. 

Le si passa accanto, ci si volta a guardarla e si rimane così, senza parole. Fermi e sorridenti ad immaginare possibili momenti del passato; immaginando le abitudini di chi vi abitava, domandandosi se chi ci vivesse si rendesse conto dell’ inestimabile bellezza e valore delle mura e del tetto che quasi senza darvi peso chiamava “casa”.

AUTORE
CONDIVIDI

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »