Taurasi calcio

Taurasi Calcio: Storia di un amore senza fine!

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Taurasi calcio

Al tempo in cui scriviamo, complice forse l’atmosfera compressa e ovattata, si fa impellente (come mai prima d’ora) il bisogno di riaffacciarci alla consueta normalità. A ciò è ascrivibile l’impulso che ci ha indotti a buttar giù queste poche, semplici righe. Leggetele se vi va!

L’idea essenziale è che il calcio (nell’accezione di gioco) costituisca una mera cornice del nostro impianto narrativo, il suo portato, il significato profondo, invece, assurge a metafora di rinascita e di resistenza. Alla celebrazione della vita stessa insomma.

Sebbene, il più delle volte, un pallone in movimento sia reputato argomento banale, ridondante, a tratti abusato dalla sempre nutrita platea di sedicenti intenditori, la sua naturale disquisizione possiede un’innata abilità. Ebbene, il calcio (specie nella dimensione prettamente dilettantistica s’intende) è anche un giro di vite, una “geometria esistenziale”, capace nella sua semplicità di riportare alla mente delle persone, attimi o singoli episodi di un giorno qualunque, di cui viceversa, non si avrebbe memoria alcuna. Proprio da tale assunto si dipana il nostro filo narrativo, nell’auspicio di riconsegnare, a voi lettori, un pezzettino di storia passata e recente, ripercorrendo e riassaporando, assieme, le tappe più significative del calcio taurasino.

La prima associazione calcistica l’U.S. Taurasi vede la luce nel 1956 ma bisognerà attendere l’autunno del 1977 per assistere alla prima partecipazione a un campionato di calcio (terza categoria under 21). Sono tante le generazioni avvicendatesi nel corso del tempo e molteplici i protagonisti ad aver calcato gli ormai celebri campi di terra battuta, così tanti che sarebbe impossibile menzionarli individualmente. La storia del calcio a Taurasi è ricca di pagine di straordinari successi come così altrettanto piena di rovinose cadute e successive rinascite.  In tal caso, proveremo a richiamare almeno i più rilevanti, tentando di conservare un ordine cronologico.

I primi trent’anni di storia sono contrassegnati da una continuità agonistica chiamata Polisportiva Taurasi. Sono anni floridi in diversi ambiti sportivi (volley, lotta greco-romana, ciclismo). Sotto la sua egida finirà per confluire anche la suddetta U.S. Taurasi, assumendo omonima denominazione. Si denota una militanza costante del Taurasi calcio in competizioni di seconda e terza categoria, con piazzamenti sempre abbastanza vicini alle zone di vertice.

Meritevole di novero, altresì, è la prima storica vittoria casalinga, conquistata proprio il 27 novembre del 1977 (3-2 a danni del Bisaccia, con il campionato che si concluderà al terzo posto e conseguente salto di categoria).

Altra stagione memorabile è quella 1985/86, dove il Taurasi coglie l’ennesima promozione (in seconda cat.) a seguito del secondo piazzamento finale. Eppure, per vincere il primo campionato con promozione diretta (terza categoria) si dovrà attendere solo la stagione 1992/93.

Il 2001 è l’anno che segna la comparsa di una seconda società il Calcio Taurasi che dopo pochi mesi assumerà la denominazione di A.C. Real Taurasi. Per ben tre annate farà registrare una convivenza simultanea alla Polisportiva, seppur in categoria inferiore. 

I primi anni duemila vedono la Polisportiva Taurasi in perenne contesa al vertice. Benché dotata di un portentoso organico di matrice cittadina, sfortunatamente non riuscirà mai ad agguantare il pass per la promozione in prima. Si giunge così al 2006, considerato l’anno nero, uno dei momenti più bui del calcio e dello sport taurasino, quando la mitica Polisportiva è costretta a dichiarare il fallimento. Non ci sarà mai più la stessa stabilità. Sono anni di continua alternanza societaria.

Un primo tentativo di rifondazione, tuttavia solo transitorio, coincide con l’Elitorres Taurasi, in virtù dell’acquisizione del titolo (di seconda categoria) della Elitorres Gesualdo, e per tal motivo sarà ufficialmente riconosciuta con quest’ultima denominazione dagli organi federali. 

Le stagioni 2009/2010 e 2010/2011 sono invece la volta delle esperienze rispettivamente di Sporting Taurasi prima e ASD Taurasi poi.

Successivamente a questi nuovi ma altrettanto brevi impulsi rianimativi, il declino calcistico e sportivo è suggellato dalla chiusura dello storico Stadio Comunale di Taurasi a causa della dichiarazione di sopravvenuta inagibilità. Un periodo che si protenderà per tutta la seconda decade degli anni duemila, costringendo le future società taurasine a disputare le successive stagioni sportive lontano da casa e dal proprio tempio, relegandole in uno stato di lungo e triste nomadismo (tra gli impianti di Mirabella Eclano, S. Angelo all’Esca e Luogosano).

I tempi recenti coincidono con una nuova era, la stagione 2012/13 sarà ricordata come quella dei “due Taurasi”: l’Atletico Taurasi e l’Asd Taurasi per l’appunto. Per la prima volta nella storia taurasina, due squadre afferenti allo stesso paese che si fronteggiano contestualmente nello stesso campionato di calcio (terza categoria). Una rivalità accesa, un duello avvincente senza esclusione di colpi che, per uno scherzo del destino, vede proprio le due compagini nostrane contendersi il titolo dall’inizio alla fine, un vero e proprio “derby nel derby”. Sarà l’Atletico Taurasi a spuntarla e a guadagnare la promozione diretta in seconda categoria. Da qui avrà avvio un’ascesa senza eguali. La più rapida e alta della storia taurasina.

L’annata 2013/14 difatti, vede ancora protagonista l’Atletico Taurasi, il quale, sull’onda del successo, galvanizzato dal precedente trionfo nel confronto “stracittadino”, bissa la promozione, ma questa volta l’accesso alla prima categoria passa dai playoff (essendo giunto secondo alle spalle della pugliese Artemisium). Un traguardo storico, mai raggiunto prima di allora. È festa grande!

Nel campionato successivo, 2014/2015, ci si attende ancora un Atletico Taurasi arrembante, in grado di poter competere per la promozione. In parte è così. Il quarto piazzamento e la finale di Coppa Italia (sconfitta in finale contro Santa Maria La Fossa), tuttavia non risultano bastevoli nel bilancio finale. Le aspettative disattese, probabilmente, contribuiscono a segnare la fine anticipata di quella che, apparentemente, pareva essere solo l’inizio di un’epoca aurea. Per l’ennesima volta un’altra occasione mancata, nonostante le vivide emozioni vissute. Tocca ricominciare nuovamente da zero.

Un’altra breve, seppur lieta, esperienza calcistica taurasina si scrive in questi anni.

Le stagioni 2014/15 (la prima in coesistenza con l’Atletico Taurasi) e 2015/16 sono targate Hellas Taurasi. Si riparte nuovamente da un gruppo di ragazzi locali che, dopo un primo anno di rodaggio (sesta posizione), arriva a sfiorare l’impresa nel 2016, perdendo la finale playoff (2-1 con Manocalzati), dopo un ottimo campionato e il terzo piazzamento in classifica generale. Nonostante un clima favorevole, qualcosa non va per il verso giusto ed anche questo progetto naufraga. Ancora un duro colpo per Taurasi, che si ritroverà per ben tre anni senza nessuna squadra maschile.

In questo frangente, il vuoto è parzialmente colmato da una parentesi rosa, anch’essa meritevole di menzione. Per la prima volta in assoluto, sboccia come un fiore di rara bellezza l’Asd Taurasi Woman (calcio a 5 femminile)ambiente nel quale si riscontra l’attivismo di un folto numero di calciatrici taurasine. La squadra sarà protagonista per ben due stagioni (2017/2018 e 2018/2019), conquistando la promozione iridata al primo tentativo (campionato UISP) e sfiorando addirittura l’accesso in serie C1 nel suo secondo ed ultimo anno (il pareggio per 3-3 non è sufficiente in finale playoff contro il Futsal Koinè di Macerata Campania, in virtù del vantaggio di posizionamento di quest’ultima nella classifica generale).

L’ultima pagina di questa avvincente epopea nostrana potrebbe quasi considerarsi storia contemporanea.

E che storia! La resurrezione giunge nel segno dell’Asd Taurasi 2019. Il sogno (o, se si vuole, la follia) di riportare stabilmente il calcio a Taurasi, animato da un sentimento intriso di nostalgia ed ambizione, prende forma in un caldo e assolato pomeriggio dell’estate 2019, materializzandosi in un progetto reale e tangibile. A dieci anni dall’ultima volta, si ridisputa a Taurasi un campionato di calcio (avendo riottenuto nel frattempo l’agibilità dello storico impianto sportivo, lo Stadio Comunale). La nuova “prima volta” è un turbinio di emozioni. Un’atmosfera romantica avvolge gli spalti assiepati dal pubblico festante, l’ammaliante splendore del campo di gioco sembra illuminare le sagome dei giovani atleti taurasini. Quando si dice Realismo Magico! Il tutto è condito da una straripante vittoria, ai danni del Villamaina,  per quattro reti a zero. L’entusiasmo diviene via via sempre più dilagante, contagioso. 

Il Taurasi 2019 comincia ad inanellare un successo dietro l’altro, fino a raggiungere la vetta della classifica. Il toro è inarrestabile. Pare non avere confini o resistenza alcuna. Tuttavia, all’improvviso, a frenare la corsa al titolo della capolista (dopo la 17ma giornata), non è una compagine avversaria, bensì un nemico subdolo e invisibile, meglio noto come Covid-19. È così che non soltanto il calcio, ma tutto il mondo si ferma. Non sono più permesse le attività umane più semplici. Niente abbracci, baci o strette di mano, non si può uscire da casa, stare con gli amici, vedere i propri cari. Bisogna rispettare le distanze. Sembra di essere catapultati in un limbo. Tocca resistere, adattarsi. Poi tutt’a un tratto la speranza, come un germoglio che si fa strada in un ramo apparentemente morto, viene fuori esplodendo in tutta la sua vita. Prove di ritorno alla normalità. E così, pian piano, tornerà nostro tutto quello che per un po’ abbiamo dovuto lasciare. E con esso anche il calcio e il Taurasi 2019. Perché verranno altre emozioni da vivere e ricordare, ci saranno tante altre pagine bianche da riempire. Ma questa è un’altra storia!

Autore: Toni Latorella

AUTORE
CONDIVIDI
NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »