Santa Lucia

O focaraccio di Santa Lucia

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Santa Lucia

La santa

Lucia di Siracusa, conosciuta come Santa Lucia ( 283-304) è una martire cristiana di inizio IV secolo durante la persecuzione voluta dall’imperatore Diocleziano.
Dopo aver visto in sogno Sant’Agata, Lucia esternó alla madre di volersi consacrare a Cristo, ma il pretendente che la chiese in moglie la denunció come cristiana.
Al processo Lucia attestó la sua fede e fu condannata al rogo ma le fiamme non la toccarono dunque fu pugnalata.
Per quanto riguarda l’episodio in cui Lucia si sarebbe strappata gli occhi è privo di ogni fondamento e l’emblema degli occhi sul vassoio è da collegarsi con la devozione popolare. Infatti la santa è considerata la protettrice degli occhi, dei ciechi, degli oculisti, degli elettricisti e degli scalpellini; viene invocata contro le malattie degli occhi ed è la patrona della vista.
L’etimologia latina del suo nome è lux “luce” e le sue spoglie mortali sono custodire nel santuario di Santa Lucia a Venezia.

La festa al paese

Focaraccio
Fonte Google

A Tufo, il giorno 13 dicembre, giorno della morte di Santa Lucia, in suo onore si fa il focaraccio. In nome del fuoco che non ha ucciso la Santa e della luce del fuoco stesso che la ricorda.
Un grande falò, fatto con rami vecchi, soprattutto rami secchi dovuti al taglio delle viti, oppure rami e legna che la popolazione raccoglie.
Si perché questo falò vede riuniti le persone dei quartieri e il vicinato:ogni quartiere ne organizza uno, dopo la messa in onore della Santa, verso le 18 del giorno. E si riunisce. L’accensione del falò è la vista più bella di tutte. Dopo di che ci si aspetta che diventi un po’ brace e si mangia tutti insieme, soprattutto carne, contorni preparati dai vicini e dolci.
Alla fine tradizione vuole, le patate sotto cenere, una delizia, da farcire come meglio si vuole.
Dopo la cerimonia, si aspetta che il fuoco si spegne, e si lasciano le ceneri sul posto.

Conclusione

Ogni Paese ha le sue piccole tradizioni di raccoglimento. Questa che vi abbiamo proposto è la nostra tradizione di Tufo più semplice ma anche quella più bella e che la gente del paese aspetta e ricorda con affetto.

Booking.com
Booking.com
AUTORE
CONDIVIDI

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »