Veduta aerea del Borgo di Montefalcione

Montefalcione: Da dove vogliamo iniziare?

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
Veduta aerea del Borgo di Montefalcione
Foto di Martina De Vito

Riempie di orgoglio le varie associazioni di Montefalcione l’entrare a far parte del progetto “Irpinia World-esperienze magiche”, una piattaforma digitale che darà l’opportunità a svariati comuni irpini di raccontare la propria realtà e di inserirsi nel più ampio contesto della comunità’ irpina. Noi siamo pronti a fare del nostro meglio per metterci a confronto con gli altri comuni partecipanti, per farci conoscere e per sentirci parte di un’unica identità.

Breve introduzione al paese

Le colline che compongono il territorio del  comune di Montefalcione sono qui da sempre. Sono state testimoni dei primi insediamenti umani in queste terre, quando l’uomo aveva appena iniziato ad apprendere i rudimenti dell’agricoltura. Sui loro fianchi si formarono i primi insediamenti stabili e i loro pascoli furono sfruttati dai primi membri delle tribù irpine che s’insediarono nella zona. Poi anche qui arrivò Roma, portando con sé le proprie conoscenze architettoniche e ingegneristiche e lasciando il proprio marchio tra bellissime ville rustiche, strade commerciali e ponti d’incredibile fattura.

Veduta di Montefalcione
Foto di Martina De Vito

E quando il sole tramontò sugli ultimi giorni dell’impero altri vennero a occupare questi territori, finalmente costituendo il primo nucleo che si sarebbe gradualmente trasformato nel paese che oggi conosciamo. 

Fu il castello longobardo costruito nel dodicesimo secolo, infatti, il primo vero seme da cui si diramò il centro abitato. Costruito come roccaforte militare in cima alla collina nota oggi proprio col nome “Castello”, tra le sue mura fortificate la comunità crebbe fino a non poter più essere contenuta; si formò quindi la parte del paese esterna alle mura, il ”Borgo”, che continuò a crescere fino ad occupare la superficie dei due colli limitrofi, S. Marco e S. Marina. Intanto la Storia continuava a lasciare la propria impronta su Montefalcione, alternando baroni e conti a dominio di questi territori e regalando al nostro passato personaggi illustri come Luigi Poderico e Lucrezia dei Montefalcione.

Perfino nei giorni dell’Unità d’Italia Montefalcione ha trovato la sua nicchia nella Storia, con una delle rivoluzioni popolari più importanti nel Meridione.

Montefalcione
Foto di Martina De Vito

E nel susseguirsi dei secoli ogni popolo, ogni personaggio si è lasciato dietro tracce. Tracce che sono diventate storia, leggenda o tradizione. Ritrovare queste tracce è il compito che ci siamo preposti. Abbiamo riscoperto antichi testi, esplorato gallerie sotterranee in cerca di leggendari passaggi segreti, ritrovato antichi luoghi di culto persi tra i boschi e continuato a raccogliere informazioni. Diffondere le nostre ricerche sarà quanto proveremo a fare tramite il progetto Irpinia World.

Non ci limiteremo, però, a parlare soltanto del nostro passato. Oltre a chi siamo stati, vogliamo raccontarvi di chi siamo oggi. Vogliamo raccontarvi storie dell’impegno sociale, della creatività e del duro lavoro delle nostre associazioni per riaccendere e tenere in vita l’anima della nostra comunità.  Volontariato, cultura, attività d’intrattenimento saranno gli altri temi con cui tenteremo di far conoscere al mondo là fuori chi sono i montefalcionesi di oggi. E non mancheranno articoli sui prodotti tipici della nostra area, argomento inevitabile quando si appartiene ad una terra tanto generosa quanto quella irpina.

Ci mettiamo, quindi, in gioco, unendo le forze tra tutte le nostre associazioni di diverso stampo, per raccontare articolo dopo articolo, tutte le sfaccettature del nostro paese. Per raccontarci da montefalcionesi. Per raccontarci da irpini

Vi invitiamo a seguirci!

Articolo a cura di Davide Lepore di Explore Montefalcione

AUTORE
CONDIVIDI

1 commento su “Montefalcione: Da dove vogliamo iniziare?”

  1. Finalmente sono riuscito a leggere l’articolo, e finalmente si parla del nostro paese. Per troppo tempo è vissuto nell’olio, è il momento di farlo rinasce
    Bravi Davide e Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »