veduta di Avellino

I soprannomi dei comuni irpini: Partenio, Serinese – Solofrana, Vallo di Lauro – Baianese

CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!
veduta di Avellino
Avellino, Torre dell'orologio - scatto di Giuseppe Perrina
Cari amici,
eccoci al nostro terzo e ultimo appuntamento su i soprannomi dei comuni irpini.
È bene ricordare che questi soprannomi sono parole o motti, di natura canzonatoria, che una comunità attribuisce ad un altra comunità più o meno vicina.
Oggi ricorderemo i soprannomi della zona occidentale della provincia irpina.

I soprannomi dei comuni del Partenio

blasoni Montevergine
Montevergine e il Partenio - fonte instagram: patriziaontheroad

La Valle Caudina Irpina e il Partenio

Cervinara (cervinaresi) – cervinarùli (grossolani, montanari); Mercogliano (mercoglianesi) – pecoràri (che pascevano le pecora sopra Castello); Monteforte Irpino (montefortesi) – carrabbàri (fabbricatori di barili); Ospedaletto d’Alpinolo (ospedalettesi) – cupetàri (fabbricanti di torroni); Pietrastornina (pietrastornesi) – pretajuoli (perché al centro del paese c’era un macigno); Roccabascerana (rocchesi) – giacchettàri (confezionavano giacche); Rotondi (rotondesi) – li tunni (i tonti); San Martino Valle Caudina (sammartinesi) – martinàri (gente prepotente, intrigante); Sant’Angelo a Scala (santangiolesi) – sirùnti (unti d’olio, per la produzione di olive); Summonte (summontesi) – culapierti (perché chini a raccogliere le castagne).

chiesa san gennaro cervinara

L’Avellinese e la Valle del Sabato

Avellino (avellinesi) – spogliacristi (scrocconi); Altavilla Irpina (altavillesi) – cacapignàte (che defecavano nelle pignate); Capriglia Irpina (caprigliesi) – scorciacucci (scuoia conigli); Grottolella (grottolesi) – peponàri (venditori di peperoni tritati); Montefalcione (montefalcionesi) – mangiàgli (mangiatori di agli); Montefredane (montefredanesi) – manfiafichi (ingordi di fichi); Prata di Principato Ultra (pratesi) – i cèci (sempliciotti); Pratola Serra (pratolani) – ciucciàri (commercianti di bestiame); Tufo (tufesi) – nzaccanigliàri (insacca nebbia).

L’area Montefuschese, ovvero i paesi dell’antico territorio di Montefusco

Montefusco (montefuscani) – Sciugulacchiàni (perché per scendere giù a Santa Paolina, i montefuscani scivolavano col culo per terra; oppure perché una volta parte del paese franò a valle); Chianche (chianchesi) – Chiangarùli (storpiando il nome del paese Chianche, frequentatori di chianghe, beccherie); Montemiletto (montemilettesi) – Votacòppola (che mutano facilmente parere); Petruro Irpino (petruresi) – Perturìsi (storpiando il nome del paese, come a dire, per scherzo, abitanti di pertugi, di tuguri); Santa Paolina (santapaolinari) – Ciuccàri (mercanti di asini); Torrioni (torrionesi) – giappunìsi (forse perché attaccabrighe, maneschi o gente strana, bizzarra, fuori dal comune).

I soprannomi dei comuni dell'area serinese - solofrana

solofra
solofra - fonte instagram: francescorusso1912

Serino (serinesi) – chiantavruòcculi (seminatori di broccoli); Solofra (solofrani) – stritt’e mànu (spilorci); Aiello del Sabato (aiellesi) – li tinti (dalla carnagione scura); Atripalda (atripaldesi) – ferràri (fabbri e venditori di ferro); Cesinali (cesinalesi) – jàlli ‘e massaria (altezzosi, superbi); Contrada (contradesi) – zellùsi (facili alla rissa); Forino (forinesi) – spurtellàri (costruttori di sporte); Montoro (montoresi) – pierijànchi (adusi alla doppiezza); San Michele di Serino (sammichelesi) – cavulàri (produttori di cavoli); Santa Lucia di Serino (liciani) – menestràri (per l’abbondante produzione di verdure); Santo Stefano del Sole (santostefanesi) – làene, liàne (senza spina dorsale, molli come le fettuccine fatte in casa)

I soprannomi dei comuni del Vallo di Lauro e del Baianese

Lauro
Fonte: Tilde Schiavone

Il Vallo di Lauro

Lauro (lauretani) – puzinielli (impiegati in camicia e polsini); Domicella (domicellesi) – i galoppini (gente adusa ai viaggi, faccendieri); Marzano di Nola (marzanesi) – vozz’appese (gozzuti, perché bevevano acqua di pozzo, che, così si credeva, era ricca d’olio); Moschiano (moschianesi) – faccistuorte (diffidenti, perché situati in una zona isolata); Pago del Vallo di Lauro (paghesi) – scauzùni (che andavano per lo più scalzi); Quindici (quindiciani) – curtellàri (facili a impugnare il coltello);  Taurano (tauranesi) – figli e’ muonici (per la presenza di un convento di monaci).

Il Baianese

Baiano (baianesi) – puntellàre (fornitori di pali per puntellare i vigneti); Avella (avellani) – cipollàre (produttori di cipolle); Mugnano del Cardinale (mugnanesi) – subressatàre (confezionano salumi); Quadrelle (quadrellesi) – nugliàre (confezionavano noglie, salumi); Sirignano (sirignanesi) – mangiarolle (mangia erbe, vegetariani); Sperone (speronesi) – cucciulùni (teste di coccio, testardi e stupidotti)

Amici cari, finisce qui la nostra carrellata di soprannomi.

Spero di averVi strappato almeno un sorriso.

Ora vi devo salutare, e nel farlo Vi invito alla prossima avventura irpina.

AUTORE
CONDIVIDI

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

NEWSLETTER

Resta aggiornato sulle nostre novità!

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai una mail con gli articoli che più ti interessano!

EVENTI

Visita la nostra sezione eventi!

Scopri gli eventi che si terranno in Irpinia e decidi a quale partecipare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Translate »